Finalità del Progetto

L’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, organizza da diversi anni le Olimpiadi delle Scienze Naturali. L’iniziativa, rivolta a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, è promossa dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione del MIUR, e ogni anno vede la partecipazione di centinaia di scuole superiori distribuite sull’intero territorio nazionale.

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali perseguono i seguenti obiettivi:

  • fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;
  • realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;
  • individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le scienze naturali, sostanzialmente condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;
  • confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;
  • avviare, alla luce del confronto effettuato con realtà scolastiche estere, una riflessione sugli eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.

La partecipazione alle Olimpiadi delle Scienze Naturali assume un particolare significato anche in considerazione dei seguenti aspetti:

1) L’Anisn è un soggetto accreditato al fine dell’individuazione delle iniziative per la valorizzazione delle eccellenze riguardanti gli studenti dei corsi di istruzione secondaria superiore delle scuole statali e paritarie (decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262, DDG 25 febbraio 2010, DM n. 16 del 17 luglio 2012 e DD n.726 del 9 luglio 2015). L’elenco degli studenti vincitori delle Olimpiadi delle Scienze Naturali inseriti nell’Albo Nazionale è consultabile all’indirizzo:

http://www.indire.it/eccellenze/

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali prevedono una fase di istituto, una fase regionale e una fase nazionale.

La fase di istituto consiste in una prova strutturata preparata dai docenti della scuola, che riproduca la tipologia di prova che gli alunni incontreranno nella fase regionale.

Lo strumento utilizzato per lo svolgimento delle selezioni regionali delle Olimpiadi di Scienze è una prova scritta costituita da un questionario articolato in domande strutturate, da svolgere in un tempo rigorosamente prefissato. Le batterie di quesiti sono costituite da domande a scelta multipla a 4 alternative, ma possono contenere anche alcune domande aperte a risposta univoca. Le domande possono essere strutturate in modo tale da saggiare, oltre le conoscenze, anche le competenze possedute dagli studenti.

La prova utilizzata per la selezione nazionale è simile a quella regionale, ma può contenere anche alcune domande di tipo aperto al fine di saggiare le capacità logico-argomentative degli studenti.

In tutte le fasi sono previste due distinte categorie, biennio e triennio. La categoria triennio è articolata in due distinte sezioni, Biologia e Scienze della Terra.

Pertanto la prova per il biennio consiste in quesiti di Scienze della Terra e di scienze della vita; quella per il triennio consiste, a secondo della sezione, o solo in domande di Biologia o solo in domande di Scienze della Terra.

Nel sito dell’Anisn è presente il Syllabus con la specifica dei contenuti delle diverse prove.